Ska-j

Gli Ska-j propongono musica jazz arrangiata in chiave afro-jamaicana.

La strumentazione è acustica ed è formata da voce, batteria, chitarra, contrabbasso, organo Hammond, due sax e un trombone.

Nel 2009 gli Ska-j hanno suonato in Festival Jazz (Fiemme ski jazz F. e Ubi jazz) e nel main stage del più importante festival reggae Italiano (Sunsplash) ribadendo la loro predisposizione al connubio jazz e musica jamaicana.

Hanno lavorato alle musiche del lungometraggio di animazione prodotto dal gruppo Alcuni per Rai Gulp dal titolo “Il Codice di Marco Polo”.

Nei due anni precedenti alla formazione originale degli Ska-j si sono aggiunte la voce di Ilenya De Vito e l”organo Hammond di U-ge Muner storico tastierista dei Pitura Freska. Questo ha consentito di comporre i brani del nuovo album con una visione più ampia negli arrangiamenti.

I provini sono stati registrati nel marzo 2006 e sondati come sigle radiofoniche per RadioRai e Radio Padova, mentre ad Aprile 2007 è stato registrato l’album dal titolo Adesso eh! uscito nell’ottobre dello stesso anno.

Nel 2006 le date sono state 55 delle quali 11 all”estero, che hanno consentito agli Ska-j di raggiunger nel 2007 il superamenteo delle 300 date dalla formazione del gruppo che è datata 2002.

Il 2005 si è rivelato un anno fortunato per gli Ska-J. Più di 80 concerti in Italia dove hanno coperto tutto il Triveneto ma anche le più grosse città Italiane (Torino-Hiroshima, Milano-Live, Perugia-Marcia della Pace eccetera) con ottimi risultati, concludendo l’anno in Sicilia a Palermo.
Brevi apparizioni in luglio in Germania.

Nello stesso anno gli Ska-j hanno inoltre registrato per SkySport in occasione della presentazione del campionato di Lega Basket, RadioBlu per TeleChiara e la diretta per Radio PopolareNetwork dal Parco Pini di Milano di Appunti Partigiani.

L’album [Teèk:] uscito a maggio dello stesso anno (Alternative produzioni-Venus) ha raggiunto le 1500 copie in 7 mesi trovando anche un accordo per la distribuzione in Germania attraverso la Mud Butcher. All’album hanno collaborato i jazzmen italiani (Riccardo Tesi della Banda Italiana, Sandro Gibellini e David Boato) e la mitica Banda Osiris.

I primi singoli sono stati in rotazione su radio DJ e programmi di Radio2Rai.

La precedente uscita discografica risale al giugno 2004 con il cd live Men in the street registrato durante i concerti dell’estate e dell’autunno 2003. Mentre a maggio l’anteprima dell’album [Teèk:] e relativo videoclip con la collaborazione di gran parte dello staff cinematografico cittadino.
Si tratta del brano Quizas, quizas, quizas (O. Farres). Presentato al XXVI Girofestival registrato a Reggio Calabria e trasmesso su RAI3.
Per tutta l’estate il video è stato in rotazione su il programma Azzurro (reteA allmusic) ed il singolo in alta e media rotazione su molte radio italiane.

Assieme alla Banda Osiris hanno registrato la sigla del Cateraduno 2004, il brano si intitola Movite, contenuto insieme al brano Skadele nella compilation caterpillar vol 7.

Sono state registrate altre due sigle televisive per Italia1: I Muncheis e Papirazzi.

L’attività live ha dato sfogo durante il 2004 al primo tour europeo ospiti a festival jazz in Austria e Germania (Francoforte, Kempten, Magonza) che, insieme al progetto Men in the street (14 live in 12 giorni di carnevale) ha portato a 60 i concerti tenuti fin dall’inizio dell’anno. A questi si sommano i 2 eventi promozionali, che sono stati una diretta televisiva su AllMusic, durante la trasmissione Play.it, e la registrazione di una puntata del programma Sala Prove per il canale satellitare RockTv.

Nel 2003 i concerti sono stati più di 60, oltre a una decina di apparizioni promozionali come ad esempio un live per il portale Kataweb al Motorshow, a RockTv,a uno showcase in diretta radiofonica nel programma Caterpillar di Radio2 e sempre per Radio2 nel programma Terazza Baldini prima del concerto Spritz On Tha Beach al lido di Jesolo; per Radio1 diretta in occasione della manifestazione Veneziasuona.

Nello stesso anno alcuni dei nostri brani sono usciti in compilation: Caterpillar Volume 6 (Santamarta), per il mensile musicale tedesco Clarino (Well You Needn’t) e Skannibal Party (In The Mood For Ska).

Nei mesi di settembre e novembre gli Ska-j sono stati impegnati nella realizzazione del video di Santamarta, girato a Venezia al LABORATORIOMORION nato come conseguenza al disco uscito in febbraio dal titolo Venice Goes Ska, nostro primo lavoro, registrato live in studio nel novembre del 2002.
Stampato da KOB per l’Italia e da MAD BUTCHER per il nord Europa, ne sono state vendute 3000 copie, gran parte durante i concerti. Sempre nel 2002 avevamo avuto l’onore di fare più volte da guess band ai Wailers, ai New York ska jazz ed agli Sakatalites.